IL PRIMO CENTRO ITALIANO PER LA RIEDUCAZIONE DI
MALTRATTANTI OLTRE IL GENERE:
DONNE, UOMINI E LGBTQQIA+ 
"perché la violenza non ha Genere"!

Lavoriamo in tutta Italia grazie alla modalità video-conferenza

Servizio gestito dall' Associazione A.Pro.S.I.R.  Ideatore e Responsabile del Servizio, dott.ssa Antonella Baiocchi 

"La violenza è agita indistintamente dal Genere: da Uomini ,  da Donne e da Persone di qualsiasi altro Genere.
Prevedere Centri di Rieducazione per Persone di qualsiasi sesso, con comprovata condotta violenta, è un DOVERE! 

CARNEFICE PUO' ESSERE QUALSIASI PERSONA: 
 NON SONO SOLO GLI UOMINI!
PREVEDERE  SOLO  CENTRI  PER  UOMINI  MALTRATTANTI  E' ANTICOSTITUZIONALE E DISCRIMINANTE! 
ANCHE LE DONNE E LE PERSONE LGTBQQAI+   MALTRATTANTI HANNO IL DIRITTO DI ESSERE EDUCATE!
A causa delle "Falle" che inquinano l'attuale Cultura, la
Violenza viene intesa una prerogativa dell'Uomo considerato a priori "Carnefice", mentre alla donna viene attribuito sostanzialmente il ruolo di "Vittima". Sono pregiudizi alimentati anche dal fatto che la Violenza subita dagli Uomini in ambito domestico non viene assolutamente indagata: lo sta facendo dal 2021, con le modeste risorse del volontariato, l'Associazione A.Pro.S.I.R.. I risultati sono sorprendenti: il REPORT 2022  mette in luce che l'85% del Campione totale di Uomini intervistati (128 uomini su 151) ha subito violenza da Donne (prevalentemente partner ed ex partner). Conferma che “La violenza non ha sesso”: anche gli Uomini possono essere Vittima, anche le Donne possono essere Carnefici (si narra di madri che prevaricano i figli, datrici di lavoro che prevaricano dipendenti, donne prepotenti che vessano partners ed ex partners; etc.).
A questo proposito l'Associazione A.Pro.S.I.R. ha avviato il Centro Help Donne, Uomini, LGBTQQIA+  Maltrattanti:  perché queste falle Culturali comportano gravose conseguenze tra le quali il mantenimento della Violenza Familiare e Relazionale e l'esposizione dei minori alla Violenza Assistita.
VITTIME NON SONO SOLO LE DONNE
MA ANCHE GLI UOMINI E PERSONE DI QUALSIASI ALTRO GENERE

REVEDERE SOLO CENTRI ANTI VIOLENZA PER DONNE E' ANTICOSTITUZIONALE E DISCRIMINANTE!
ANCHE GLI UOMINI VITTIME DI VIOLENZA HANNO IL DIRITTO DI ESSERE TUTELATI!
A questo proposito, nel 2019 l'allora Assessore alle Pari Opportunità Antonella Baiocchi, ha iniziato a colmare questa lacuna, avviando il CAV OLTRE IL GENERE, il primo Centro Antiviolenza per Uomini voluto da un amministratore pubblico.
Gestito in un primo momento dall'Associazione
C.I.A.T.D.M. (Presidente Aurelia Passaseo) il CAV è  poi passato alla gestione dell'Associazione A.Pro.S.I.R.:  dal 28 dicembre 2020 al 28 dicembre 2022 ha accolto la richiesta di aiuto di 283 uomini vittime di violenze.
GLI UNICI REPORT ATTUALI CHE INDAGANO LA VIOLENZA SUBITA DAGLI UOMINI IN AMBITO DOMESTICO:  

REPORT 2021 

REPORT 2022


INDAGINE CONOSCITIVA DEL 2012
LA VIOLENZA NON E' UNA QUESTIONE DI GENERE!
È UNA CONSEGUENZA DEL CONDIZIONAMENTO SUBITO DALL’INDIVIDUO
A LIVELLO INTERPERSONALE(RELAZIONI FAMILIARI, COMUNITÀ DI APPARTENENZA, ECC.)
E STRUTTURALE-ISTITUZIONALE (CULTURA, STATO, SOCIETÀ ALLARGATA, ECC.).
RIGUARDA TUTTE LE PERSONE INDIPENDENTEMENTE DAL SESSO.

Contattaci:   + 39 3715717642               mail:  

© Tutti i diritti sono riservati - La Proprietà Intellettuale dei contenuti innovativi espressi in questo sito è di Antonella Baiocchi, autrice dei seguenti libri: "La violenza non ha sesso" Alpes Italia 2019; «Alle Radici della Relazione Malata» Editore Youcanprint 2015; "Autopsia dell'Amore Malato", Editore Youcanprint 2012.